Per offrirvi una migliore esperienza di navigazione il nostro sito utilizza dei cookies di tipo tecnico che non contengono informazioni personali o che possono identificare l'utente.
Se non intendete acconsentire all'uso dei cookie potete disabilitarne l'uso per questo sito. Alcune pagine potrebbero contenere plugin o collegamenti a siti esterni che contengono cookie
di profilazione su cui non abbiamo controllo. Per maggiori informazioni consultate l'informativa della privacy nell'apposita sezione.
Cliccate qui per chiudere permamentemente questo avviso

Istituto Comprensivo Statale di Creazzo

Incontro con l'autore Guido Quarzo

Istituto Comprensivo di Creazzo Istituto Comprensivo Statale di Creazzo
Via Manzoni, 1 - 36051 Creazzo (VI) - Tel. 0444 520808 - Fax 0444 340568
E-mail: viic821004@istruzione.it – PEC: viic821004@pec.istruzione.it
Cod. Fiscale 80016050249 – Cod. Mecc. VIIC821004
IBAN: IT 45 I 01030 11810 000061212806 – CTU: 317867
Repubblica Italiana

Incontro con l'autore Guido Quarzo

Creata il 14-02-2017 alle 22:27 da segreteria, ultimo aggiornamento il 29-05-2017 alle 00:54

Lo scrittore Guido Quarzo è stato ospite dell’Istituto Comprensivo “Manzoni” martedì 7 e mercoledì 8 febbraio e ha incontrato tutte le classi della primaria (“Ghirotti” e “S. G. Bosco”) eccetto le 5^ che avranno quale ospite, nella parte finale dello stesso mese, Antonio Ferrara. Nei giorni successivi, giovedì 9 e venerdì 10 febbraio, l’autore piemontese è stato invece ospite dell’Istituto Comprensivo “Montecchio 2” e grazie al contributo del Comune castellano ha potuto portare la sua verve espositiva e le sue dritte sulla scrittura anche ai bambini di quella comunità a noi prossima. Inoltre mercoledì 8 febbraio alle ore 20.30 presso l’Auditorium delle scuole medie, ha incontrato i genitori e tutti i cittadini di Creazzo e Montecchio Maggiore, sensibili alla lettura, nel corso del tradizionale “Dopocena con l’Autore”.

Inaugurata da Angelo Petrosino nei primi anni ’90, l’iniziativa “Incontro d’autore” ha visto negli anni quali protagonisti i più bei nomi della letteratura italiana per ragazzi, da Molesini a Nicoletta Costa, dalla Lavatelli a Roberto Piumini.

Quest’anno vi è il ritorno di Guido Quarzo, uno fra i primi più di vent’anni fa a confrontarsi e ad affascinare con i suoi modi ironici ed eleganti i bambini di quel tempo.

Torinese, laureato in pedagogia, ha lavorato per molti anni nella scuola elementare sia come insegnante, sia come formatore. Dal 1989 ha cominciato a pubblicare racconti, romanzi e poesie per ragazzi. Ha vinto numerosi e prestigiosi premi, quali l’”Andersen” e il “Cento”, rivelandosi come una delle voci più originali e di maggior interesse in Italia, nell’ambito dell’editoria per ragazzi. Alcuni suoi titoli sono ormai diventati degli autentici classici, vedi “Clara va al mare”, “Il libraio sotterraneo”, o “Il bambino che guardava l’isola”.

Di straordinario impatto emotivo è una delle sue ultime prove, “La meravigliosa macchina di Pietro Corvo”, del 2013, dove avventura e scienza, ragione e follia si intrecciano in un magnifico romanzo di formazione.

Preparatisi nel corso di questi mesi, leggendo alcuni suoi libri, i bambini delle primarie hanno avuto la possibilità di ascoltare e porre domande all’autore loro ospite, vivendo un’intensa esperienza emotiva, in cui la parola diviene assoluta protagonista, vivificando l’immaginario dei nostri piccoli, tracciando percorsi altrimenti inimmaginabili.

Gli adulti che hanno voluto essere parte dell’incontro serale avranno a loro volta modo di conoscere da vicino uno scrittore che proprio recentemente assieme all’amica Anna Vivarelli (a sua volta ospite del nostro Istituto una decina di anni fa), ha dato alle stampe “Leggere un gioco da ragazzi”. Il testo si presenta come un vademecum originale e approfondito sul modo, sui tempi, sulle ragioni che ci inducono a confrontarci con la lettura e che deve farci riflettere sul fatto che ragazzi e bambini, lettori o meno, daranno vita in futuro a un mondo molto diverso, a seconda verso quale alternativa noi adulti, e la scuola in primis, li sapremo indirizzare.

 

  

 

[torna in alto]

Codice XHTML 1.0 Strict valido Codice CSS2 valido Conforme allo standard di accessibilitàWCAG 2.0 (Level AA) Soddisfa i nuovi adempimenti del Decreto legislativo n.33/2013