Per offrirvi una migliore esperienza di navigazione il nostro sito utilizza dei cookies di tipo tecnico che non contengono informazioni personali o che possono identificare l'utente.
Se non intendete acconsentire all'uso dei cookie potete disabilitarne l'uso per questo sito. Alcune pagine potrebbero contenere plugin o collegamenti a siti esterni che contengono cookie
di profilazione su cui non abbiamo controllo. Per maggiori informazioni consultate l'informativa della privacy nell'apposita sezione.
Cliccate qui per chiudere permamentemente questo avviso

Istituto Comprensivo Statale di Creazzo

Storia di un presepe

Istituto Comprensivo di Creazzo Istituto Comprensivo Statale di Creazzo
Via Manzoni, 1 - 36051 Creazzo (VI) - Tel. 0444 520808 - Fax 0444 340568
E-mail: viic821004@istruzione.it – PEC: viic821004@pec.istruzione.it
Cod. Fiscale 80016050249 – Cod. Mecc. VIIC821004
IBAN: IT 45 I 01030 11810 000061212806 – CTU: 317867
Repubblica Italiana

Storia di un presepe

Creata il 22-12-2015 alle 01:06 da segreteria, ultimo aggiornamento il 28-01-2016 alle 00:49

Questa storia inizia nella tarda primavera del 2015 osservando abilità e propensioni che alcuni alunni dimostravano durante le lezioni. Avrei potuto semplicemente classificarle come “inopportune”: disegnare durante una spiegazione o manovrare con attrezzi che potremmo definire -in un’aula di scuola media - “non convenzionali”.

Cominciai a riflettere su un problema: molto spesso alcune forme di intelligenze e abilità non sono adeguatamente considerate e valorizzate. Nacque così il progetto: creare un presepe “biblico”, un presepe che riproducesse l’ambientazione dell’epoca di Gesù. Un lavoro del genere avrebbe coinvolto sia le abilità  di studio che quelle pratiche.

Ho pensato alle classi seconde. I ragazzi si sono iscritti in gruppi di lavoro secondo le loro inclinazioni e a scuola abbiamo studiato l’epoca di Gesù sia attraverso un bellissimo film sulla sua nascita sia attraverso ricerca di informazioni.

Alcuni gruppi si sono occupati di finanziare il lavoro attraverso degli spettacoli per raccogliere fondi in modo da coprire le spese di acquisto dei materiali, mentre altri hanno progettato l’impianto luci, quello idraulico (per realizzare un fiume che scorre) e quello audio (per avere una melodia di sottofondo). Altri ragazzi si sono occupati della costruzione delle abitazioni del villaggio di Betlemme, della vegetazione e degli attrezzi dell’epoca, altri ancora si sono impegnati nel reperimento dei materiali per allestire il plastico con montagne e muschio, altri ancora hanno realizzato le schede informative che accompagnano il lavoro.

Così è nato il presepe che in questi giorni si può vedere a scuola, un prodotto culturale a cui i ragazzi hanno partecipato con entusiasmo, sperimentando l’importanza dell’impegno personale, la responsabilità e la soddisfazione nel realizzare degli obiettivi concreti.

Potremmo dire che il Natale è anche questo: valorizzare ogni persona e tirare fuori il bello che c’è dentro ognuno.

Buon Natale!

      

 

[torna in alto]

Codice XHTML 1.0 Strict valido Codice CSS2 valido Conforme allo standard di accessibilitàWCAG 2.0 (Level AA) Soddisfa i nuovi adempimenti del Decreto legislativo n.33/2013