Per offrirvi una migliore esperienza di navigazione il nostro sito utilizza dei cookies di tipo tecnico che non contengono informazioni personali o che possono identificare l'utente.
Se non intendete acconsentire all'uso dei cookie potete disabilitarne l'uso per questo sito. Alcune pagine potrebbero contenere plugin o collegamenti a siti esterni che contengono cookie
di profilazione su cui non abbiamo controllo. Per maggiori informazioni consultate l'informativa della privacy nell'apposita sezione.
Cliccate qui per chiudere permamentemente questo avviso

Istituto Comprensivo Statale di Creazzo

Programmazione educativa scuola secondaria di 1° grado

Istituto Comprensivo di Creazzo Istituto Comprensivo Statale di Creazzo
Via Manzoni, 1 - 36051 Creazzo (VI) - Tel. 0444 520808 - Fax 0444 340568
E-mail: viic821004@istruzione.it – PEC: viic821004@pec.istruzione.it
Cod. Fiscale 80016050249 – Cod. Mecc. VIIC821004
IBAN: IT 45 I 01030 11810 000061212806 – CTU: 317867
Repubblica Italiana

Programmazione educativa scuola secondaria di 1° grado

Creata il 10-03-2014 alle 12:37 da segreteria, ultimo aggiornamento il 18-01-2018 alle 22:30

"La scuola è il luogo in cui il presente è elaborato nell’intreccio tra passato e futuro, tra memoria e progetto"        (Indicazioni per il Curricolo, 2007)

 

La scuola “deve formare cittadini in grado di partecipare consapevolmente alla costruzione di collettività più ampie e composite, siano esse quella nazionale, quella europea, quella mondiale” (dalle Indicazioni per il Curricolo).

FINALITÀ

  1. Valorizzare l’unicità e la singolarità dell’identità culturale di ogni studente per trasformarla in un’opportunità per tutti;
  2. Formare saldamente ogni persona sul piano cognitivo e culturale, affinché possa affrontare positivamente l’incertezza e la mutevolezza degli scenari sociali e professionali, presenti e futuri;
  3. Offrire agli studenti occasioni di apprendimento dei saperi e dei linguaggi culturali di base.

La scuola secondaria di 1° grado ORIENTA, in quanto favorisce l’iniziativa del soggetto per il proprio sviluppo e lo pone in condizione di conquistare la propria identità di fronte al contesto sociale, tramite un processo formativo continuo cui concorrono unitariamente le varie strutture scolastiche ed i vari aspetti  dell’educazione. La conquista della capacità di valorizzare la dimensione personale, propria e degli altri, di comprendere i propri limiti e di autocontrollarsi, di assumersi responsabilità, di accettare ed eseguire incarichi, di rispettare i tempi e le consegne, di collaborare nel lavoro comune, rende certa la conoscenza di sé ed offre all’alunno la possibilità di operare scelte realistiche nell’immediato e nel futuro.

La scuola secondaria di 1° grado ISTRUISCE ED EDUCA, collocandosi all’interno del processo unitario di sviluppo della formazione, che si consegue attraverso la continuità dinamica dei contenuti e delle metodologie, nell’arco dell’istruzione obbligatoria; essa persegue con sviluppi originali, conformi alla sua natura di scuola secondaria di primo grado, il raggiungimento di una preparazione culturale di base e pone le premesse per l’ulteriore educazione, intesa sempre come un processo unitario di crescita della persona. Infatti, se correttamente interpretate, tutte le discipline curricolari promuovono nell’allievo comportamenti cognitivi, gli propongono la soluzione di problemi, gli chiedono di produrre risultati verificabili, esigono che l’organizzazione concettuale e la verifica degli apprendimenti siano consolidate mediante linguaggi appropriati. Nella loro differenziata specificità le discipline sono, dunque, strumento e occasione per uno sviluppo unitario, ma articolato e ricco, di funzioni, conoscenze, capacità e orientamenti indispensabili alla maturazione di persone responsabili ed in grado di compiere scelte.

Le varie discipline esprimono modi diversi di articolazione del sapere, di accostamento alla realtà, di conquista, interiorizzazione e rielaborazione di essa, e a tal fine utilizzano specifici linguaggi, che convergono verso l’unico obiettivo educativo dello sviluppo della persona. Compito prevalente della scuola è di educare ai saperi, affinché gli alunni siano in grado di comprendere quelli futuri, di orientare alla libertà del pensiero, di favorire l’acquisizione della capacità di guardare secondo nuove morfologie della conoscenza un mondo profondamente diverso da quello che oggi è possibile concepire.

Alla luce di quanto fin qui esposto, in continuità con la scuola primaria, la scuola secondaria di 1° grado “Manzoni” intende essere:

La presenza di alunni con radici culturali diverse è un fenomeno ormai strutturale e non può essere considerato episodico: deve trasformarsi in una opportunità per tutti. E’ necessario sostenere attivamente la loro interazione e la loro integrazione attraverso la conoscenza della nostra e delle altre culture.

SCUOLA e FAMIGLIA hanno bisogno di stabilire fra di loro rapporti non episodici ma costruiti dentro un progetto educativo condiviso e continuo. Il rapporto non deve limitarsi ad affrontare situazioni problematiche, ma deve essere teso ad costruire un percorso educativo basato sulla corresponsabilità (cfr Patto Educativo di Corresponsabilita’ DPR n. 235/07 art. 5 bis).

Agli insegnanti si richiede una specifica capacità professionale al fine di assicurare la loro iniziativa responsabile nelle scelte didattiche e nella programmazione degli itinerari di apprendimento, per realizzare un proficuo dialogo educativo anche in vista della doverosa differenziazione dei percorsi, che costituisce la migliore garanzia per l’anno di effettiva soddisfazione del diritto allo studio; a ciò corrisponde da parte degli studenti il dovere di impegnarsi per la promozione di sé e per la preparazione ad assolvere i propri compiti sociali, sia in termini di conquista degli elementi culturali comunque indispensabili, sia di sviluppo di tutte le potenzialità personali.

La libertà di insegnamento è garantita dalla legge ai docenti, i quali, mentre sono protagonisti delle scelte didattiche, sono tenuti contemporaneamente, al rispetto della coscienza morale e civile degli alunni e delle loro famiglie.

 

[torna in alto]

Codice XHTML 1.0 Strict valido Codice CSS2 valido Conforme allo standard di accessibilitàWCAG 2.0 (Level AA) Soddisfa i nuovi adempimenti del Decreto legislativo n.33/2013